Archivio‎ > ‎A.S. 2011-2012‎ > ‎

Settimana di inglese full immersion per le classi seconde dell'Einaudi.

pubblicato 15 mar 2012, 03:00 da Maria Sole Politti   [ aggiornato il 07 ott 2012, 10:50 da Fabio Zorba ]


Da lunedì 5 marzo a venerdì 9 marzo in 2^AF e in 2^BF si è parlato solo inglese: gli alunni delle due classi hanno beneficiato infatti della settimana di full immersion prevista dal Progetto Lingue. Due insegnanti madrelingua, gli inglesi Mark Berridge e Hamish Morgan, hanno gestito il percorso formativo alternandosi nelle lezioni, con l'obiettivo di attivare soprattutto le competenze comunicative legate alla comprensione ed alla comunicazione orale. E' stato privilegiato l'aspetto della pronuncia e dell'intonazione, ma, pur con un metodo ludico e dinamico, sono stati prodotti anche lavori scritti, ralizzati individualmente o in piccoli gruppi. I ragazzi hanno partecipato alle attività proproste con entusiasmo ed interesse, vincendo la timidezza e la reticenza ad esprimersi in lingua straniera e rispondendo nel migliore dei modi agli stimoli offerti dai docenti.


Ecco alcuni commenti:


"Il corso intensivo di inglese a cui abbiamo partecipato la scorsa settimana è stato, a parer mio, molto istruttivo ed i risultati si sono visti immediatamente: la padronanza lessicale e la pronuncia sono migliorati molto. Hamish e Mark sono stati dei bravissimi insegnanti, in quanto, attraverso dei giochi di gruppo, hanno saputo insegnarci molte cose facendoci divertire e collaborare tra di noi. Tornare alla solita settimana è stata dura e, sinceramente, farei un'altra volta il corso, se solo ne avessi la possibilità."

Margaux, 2AF


"L'attività che abbiamo svolto è stata molto divertente ed istruttiva, soprattutto grazie ai nostri insegnanti, Mark ed Hamish. Questa iniziativa è servita non solo ad sviluppare le nostre competenze, ma anche a staccare un po' dalla solita routine in maniera divertente ma istruttiva. Sarebbe bello, in futuro, ripetere questa esperienza, magari anche in lingua tedesca."

Marta, 2 BF

Comments